Sproloqui

Il Saccoccio

Premetto che io di cucina non ci capisco quasi niente, ma nell’arte del mangiare sono una professionista ineguagliabile. Ma sono anche come i bimbi, che appena c’è una novità si esaltano. Infatti mi sono esaltata quando la Buitoni ha lanciato sul mercato Il Saccoccio.

All’inizio mi sembrava una cosa strana, anche perchè non mi riuscivo a capacitare di come il sacchettino non esplodesse nel forno; poi una mia parente l’ha provato e siccome era entusiasta del risultato, lo abbiamo provato anche a casa mia. Non è che sia niente di che, perchè in fondo non c’è bisogno di comprare questo ambaradan per cuocere il pollo al forno, però il sapore è buono. Il prezzo comunque è di 1,29 €. Se po’ fa!

Innanzitutto: il pollo e le patate non sono nella scatola. Loro ci danno solamente il saccoccio, il nastrino per chiuderlo e le spezie. La prima volta che lo abbiamo provato mio padre ha rotto il sacchetto perchè è un po’ fragilino, ma lui ha la delicatezza di un bisonte schizofrenico. Dalla volta dopo gli abbiamo proibito di toccarlo e non si è rotto più. Basta mettere le cosce di pollo, le patate e le spezie dentro il saccoccio, chiuderlo e farlo stare un’oretta nel forno. Io temevo che le patate non si cuocessero bene, credendo che avessero un tempo di cottura più lungo rispetto al pollo, e invece è venuto ottimo. Da là, lo facciamo quasi sempre così.

Inizialmente c’erano 2 tipi di saccoccio (in base alle spezie), ora sono diventati 4:

Io con queste cose mi esalto facilmente, quindi potrebbe essere una stupidaggine. Ma comunque, ripeto, è ottimo! Il più buono è quello al gusto saporito, ma anche quello alle erbe provenzali è ottimo. In settimana penso di provare quello al gusto barbecue. Di quello per il pesce non so nulla.

Voi li avete provati?

Gli integralisti della cucina dicono che sia un’offesa a chi si mette lì di buona lena a preparare cibi nutrienti per i bambini e bla bla bla, ma secondo me quando una cosa è buona e non c’è nulla di tossico o mortale va mangiata senza discutere troppo 😆

Annunci

23 thoughts on “Il Saccoccio

  1. io sono come te, in prima fila per l’acquisto di qualsiasi roba strana mangereccia si proponga. Bene, se dici che è buono corro a comprarlo! Per quel che riguarda gli integralisti mi invitassero una volta a cena a casa loro insieme ai miei figli…

    1. Ecco, vedi? Un’altra cosa in comune 🙂
      Sì, comunque, è ottimo. Bisogna stare attenti poi quando lo si tira fuori dal forno a non bruciarsi le dita 😆
      Per l’invito a casa di quelli lì, mi ci metto anche io, magari fanno qualcosa di buono ed elaboratissimo!

  2. Già qualcuno me li aveva consigliati, quindi dirò a mamma di inserirlo nella sua lista della spesa!
    E poi se è buono e non produce effetti collaterali (mal di stomaco, notti insonni, pesantezza etc.) credo che non ci sia nulla di male nel mangiarlo! 🙂

  3. Nooo , uffa !! Io l’ho scoperto da una vita …. e volevo fare un post come il tuo , ma ogni volta me ne dimenticavo .
    Hai ragione , il pollo cucinato in questo sacco e’ buonissimo … e non sporchi nemmeno nulla .
    Pero’ non ho provato mai a cucinarlo con le patate .
    Saluti da palermo
    domani maaaaaareeeeeeeeeeee 😀

    1. Ahahaha e lo puoi fare pure tu!
      A Palermo sei? Bravo, bravo, vai al mare pure per me, chè io per ora non posso (studio), mannaggia! L’unica pausa che mi concedo è la palestra.

      1. ” A palermo sei ” mi sa tanto di meridionale ….
        Dici piuttosto Sei a palermo ?? 😀
        Yes , sono atterrato alle 5 PM circa .
        Ho gia’ visto certe scene … la solita maleducazione !!
        Ma il mio post non l’hai visto ? O non si vede ?
        No … perche’ ultimamente succedono cose strane qui in rete … boh , faro’ un bagno anche per te .

        1. Ok, prof! :mrgreen: ma nelle mie parole ci devi percepire l’intonazione. Vuoi mettere un gelido “sei a Palermo?” con un meraviglioso “a Palermo seeeei?” :mrgreen:
          L’avevo letto, il tuo articolo, ma ero in preda allo studio, quindi avevo capito che partivi ma non avevo capito un ciufolo di dove andavi, quindi ho pensato di ripassare più tardi con calma 😛

  4. Scusa ma a palermo seeeei e’ veramente orrendo :-/
    Pensa che a bergamo , in aeroporto , ho conosciuta una ragazza di palermo che studia a milano … carina carina , davvero carina . Pero’ aveva un accento …. anche se mi piaceva come parlava .

    1. Mica ho detto che è bello! E’ caratteristico ahahaha
      Comunque ti capisco, non è bella la pronuncia troppo marcata. Io se parlo si sente di dove sono, ci mancherebbe, ma non ho quel siciliano “ncarcato” (non c’è bisogno di traduzione perchè lo capisci). Una volta ho conosciuto una ragazza di Milano che è scesa qui perchè stava con un mio amico, e mi ha detto che non si sentiva che ero di Palermo. Forse era un po’ scema questa bwahuahuahuahua

  5. Ma sarà, ma a me non convinceva il fatto di comprare il pollo in busta…..e infatti ora mi hai precisato che il pollo è a parte (poteva anche arrivarci…..)

    Ps io sono un integralista del risotto!

  6. Aborro ste schifezze! mia madre (gran donna e gran cuoca) l’ha comprato per provare la novità.. e per fortuna si è fermata lì!! un pollo cotto in una busta di plastica equivale a: pollo lesso, salsina aromatica che rimane all’esterno invece di penetrare nella ciccia (come succede invece in pentola e odore da pranzo simil ospedaliero!!
    ma non è meglio ‘na fettina panata?!? XD

    1. Perchè forse voi glielo avete buttato tutto addosso, noi lo abbiamo passato dentro la polverina e poi l’abbiamo messo nella busta. A me quel pollo fatto così piace tanto 😛
      La fettina panata è da ospedale!

  7. Vale,tu sei il mio mito!Santo Saccoccio!
    io per comodità sono a favore di tutto ciò che dimezza i tempi di preparazione in cucina,e appena ho visto la pubblicità di sto saccoccio sono stata titubante nel comprarlo,ma adesso che ho letto il tuo post….mmmmmmm…..Li proverò tutti e 4 sicuramente!
    Però cazzarola,io credevo che dessero pure il pollo con le patate!!! 😆

    1. Ahahaha e io pure, poi ce l’ha detto una cugina che il pollo ce lo dobbiamo mettere noi!
      Comunque più che per i tempi di preparazione dimezzati io mi esalto per il fattore “novità”. Sarei capace di prendere qualsiasi cosa nuova che esca, ma fortunatamente spesso mi freno in tempo!
      Ad esempio quando è uscito il pocket coffee liquido sono letteralmente impazzita!

Tu che pensi? Dimmi la tua :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...