Riflessioni semiserie

Torno sulla terra

In questi giorni ho avuto voglia di scrivere, ma mi è mancata la materia prima: i contenuti. Infatti non mi è passato nulla di sensato per la testa. Che ho vissuto delle giornate un po’ tetre si è capito, e stanno passando, giusto perchè io non sono una abituata a stare giù. Ho un problema, che non riguarda me in primis; riguarda qualcun altro e coinvolge me, e mi fa star male perchè non ha una soluzione, quindi si ripresenta periodicamente portandomi su un altro pianeta per qualche giorno. Ma adesso sta passando, quindi rimbocchiamoci le maniche e non pensiamoci.
L’altro giorno l’occasione di scrivere l’ho avuta perchè era il compleanno del mio mito e volevo fare qualcosa, nel mio piccolo, per omaggiarlo e ringraziarlo di quello che ha fatto e di quello che è stato per me come per tutta l’umanità. Adesso non ho più nulla da dire.
In questi giorni poltrisco. Sì, poltrisco, e me ne vanto. Me lo posso permettere perchè al momento non devo fare nulla e non devo rendere conto a nessuno se sono attiva o se passo dal divano al letto e dal letto al divano. Non ho avuto neanche voglia di leggere, cosa che per me è grave, ma bisogna muoversi, così oggi spero di finire quell’Otel Bruni che mi sta piacendo tantissimo ma che ho preso in mano in un momento strano.
A fine mese comincerò i colloqui per le specialistiche, perchè adesso, dato che con la laurea che ho non posso fare un’emerita cippa, devo frequentare il biennio bello. I corsi che m’interessano e a cui posso accedere sono due, ma sono entrambi a numero chiuso, 100 posti. Tutti dicono che noi candidati saremo meno di 100 e che quindi o non si faranno i colloqui perchè entreremo automaticamente oppure si faranno ma saranno una formalità. Ad ogni modo questi colloqui servono a testare le nostre capacità linguistiche e informatiche e la nostra cultura generale. Qualcuno ha messo in giro la voce che faranno domande anche sulle materie che abbiamo sostenuto nel triennio, ma personalmente non ci credo, e comunque non ho intenzione di mettermi a ripassare i programmi di 30 materie adesso, sarebbe impensabile. Uno di questi corsi è più incentrato sulle letterature, l’altro sulle traduzioni; io, nonostante sia più interessata al secondo, li proverò entrambi, giusto perchè il numero programmato mi spaventa e ho paura di rimanere fuori.
Comunque non vedo l’ora di cominciare. Lo studio mi manca. E quest’estate mi sono messa a studiare da sola un po’ di letteratura, dedicandomi ad autori che alcuni professori geniali ci hanno fatto tralasciare. 

Detto questo, cerco di distrarmi un po’, che non fa mai male, e considerato che domani riprende il campionato, beh, penso che ci riuscirò perfettamente.

Annunci

23 thoughts on “Torno sulla terra

        1. Ottimo! E’ una facoltà per quelli seri!
          La differenza è questa: le facoltà per i seri sono economia, giurisprudenza, architettura, medicina e ingegneria; quelle per i babbioni sono tutte le altre, capitanate da noi letteronzi!

  1. bello poltrireeeeeeeeeeeeee!!!!!!io inizio a farlo oggi ehheheheh visto che da domani sono in ferie …15 giorni di assoluto e dolcissimo far niente almeno spero …..anche se conoscendomi di sicuro qualcosa mi verra in mente di fare heheehhehehe

    1. Lo vedi? Tu hai fatto la cosa migliore: le ferie a settembre. Non so che lavoro fai, ma essendo che tutti vanno in ferie ad agosto, in quel mese c’è meno lavoro solitamente e quindi più calma. Adesso mentre tutti sgobbano e fanno il lavoro post-vacanze tu te la spassi. E poi, diciamocelo, il mare migliore è quello settembrino, no? Chapeau!

  2. Brava, goditi questo relax finchè puoi! Per me oggi è l’ultimo giorno… 😦
    E’ bello sentir dire che ti manca lo studio; spero anche io, all’università, di studiare quello che mi piace e mi interessa e quindi mi auguro di poter pronunciare le tue stesse parole!

    1. Già. Per ora vado al mare, dormo e leggo (quando ce la faccio), ma ci sono anche diverse cose da fare in casa, quindi poltrisco ma in certi momenti c’è da impazzire.
      Se farai quello che ami fare, vedrai che appena smetti un attimo mancherà anche a te 😉

  3. Beata te che hai avuto voglia di studiare pure ad agosto! Il sottoscritto, che si è sempre vantato di preparare gli esami con passione o almeno con interesse e non per senso del dovere, arrivato all’ultimo, quest’estate ha studiato solo per dovere e ne avrebbe fatto volontariamente a meno (pur trattandosi di un bellissimo esame!). Morale della favole, prima o poi ci si stanca e bisogna rinnovarsi. Bacioni

    1. Ma sai cosa c’è? Anche io per gli esami studio per dovere, ma quando mi viene qualcosa in mente, per i fatti miei cerco di approfondirla e scoprire tutto.
      La passione c’è sempre ma, come dicevo sopra, “fammi studiare le cose che mi piacciono!”.
      Un saluto!

  4. Poltrisci poltrisci che non fai mai male!
    e oggi mi toccherà pure guardare la partita e gufare..Risultato sperato?Un bel 0-0 :mrgreen:

Tu che pensi? Dimmi la tua :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...