Palermo e la mia Sicilia · Passioni

Reginelle e biscottini

Stavolta non vi parlerò di roba da secchioni, perchè qua funziona a “fatti fama e va cùrcati” (cioè fatti la fama e vai a coricarti, letteralmente), ma di cose frivole e mangerecce. Qualcuno di voi sa che ogni tanto mi cimento nella preparazione di qualche buon piatto (e sempre a qualcuno ho mostrato con tanto orgoglio la foto della torta con crema pasticcera e fondo di biscotti sbriciolati stile cheesecake che ho fatto per il compleanno di mio padre a febbraio: qui o qui). Anzi quello che mi piacerebbe fare sarebbe non comprare biscotti o cornettini vari e plum cake per colazioni o merende, e farli io a casa, però l’inconveniente è che non ho sempre la voglia e il tempo di farli, quindi tutto ciò accade sporadicamente.
Oggi ho visto che mi era avanzato del sesamo dalla preparazione del croccante che avevo messo nei pacchettini natalizi da regalare agli amici, e siccome non scade prima di luglio 2013 – ve lo dico perchè non pensiate che faccio la zozzona con la roba scaduta, bleah! – ho pensato di fare delle reginelle, che sarebbero dei biscotti tipici palermitani totalmente ricoperti di cimino o, per dirlo alla palermitana, di “giuggiulèna”. Quindi mi sono messa all’opera.
In realtà me li sono mangiati dopo cena perchè non ho considerato che l’impasto doveva riposare 2 ore, ma vabbè, buonissimi! Vi do la ricetta, sono proprio facili.


Ingredienti (per circa 45 biscotti) 

  • 500 gr farina 00
  • 150 gr zucchero
  • 150 gr burro
  • 2 uova
  • sale
  • sesamo
  • 1 bustina lievito per dolci
  • 1 bustina di zafferano
  • latte q.b.

Preparazione

Unite la farina, lo zucchero e il lievito. Poi aggiungete il burro sciolto e lo zafferano sciolto in pochissimo latte (io lo zafferano non ce l’avevo e non l’ho messo, e credo sia meglio senza!), poi le uova e qualche pizzico di sale. Amalgamate e impastate, aggiungendo, se necessario un po’ di latte, ma non troppo perchè comunque l’impasto non deve essere troppo morbido, anzi, più duro che morbido. Poi lasciar riposare il tutto per due ore.
Fare dei bastoncini della grandezza di un pollice (a me sono venuti più a forma di medaglione, ma il concetto è quello) e passarli nel cimino (siccome il cimino non si attacca bene, consiglio di rotolarli un po’ nel latte prima). Metteteli su una teglia con carta forno e cuocere 10 minuti a 220°. Poi abbassare a 150° e cuocere un’altra ventina di minuti.

Siccome a me è venuto il ghiribizzo di non volerli fare tutti uguali, ho fatto solo metà dell’impasto con il sesamo. Con l’altra metà ho ricavato dei cuoricini con la formina e li ho fatti semplici semplici, con una spolverata di zucchero a velo alla fine. Questo è il risultato:

Annunci

15 thoughts on “Reginelle e biscottini

  1. No ,no ,no e poi no!! Non ci casco 😉
    Avevo perso 6 chili ,e mi è venuta nella settimana di Pasqua la balzana idea di preparare i biscotti in casa!! Non l’avessi mai fatto ,ho preso tre dei chili faticosamente persi 👿
    Li ho mangiati TUTTI IO perchè mio marito con la scusa che è un pochetto diabetico ne ha mangiato SOLO UNO,mio figlio non mangia dolci……per cui non mi corromperai con la tua ricetta GIAMMAI 😉
    Scherzi a parte sembrano mooooolto buoooooni,ci farò un pensierino 🙄
    Un caro abbraccio e buona domenica .
    Liù
    PS: Noi qui a Catania diciamo invece “FATTI A NNOMINA E VA CURCATI”
    E il sesamo lo chiamiamo ” CICIULENA”

    1. Ahahaha io purtroppo non mi posso fermare! Non so perchè ma oltre un certo peso non riesco ad andare, se ingrasso di un paio di chili magicamente spariscono ma magicamente poi li riprendo, ma oltre quelli nada! Oscillo, quindi.
      Non riesco a rinunciare al cibo, ma alla linea non ci tengo per niente 😛 Ancora per fortuna non rotolo, però.
      Sei Catanese? Non lo sapevo! Una mia conterranea allora! 😀
      I nomi e i modi dire sono simili 😛 Buona domenica!!!

  2. Mi hanno fatto venire l’acquolina in bocca al solo vederli! 😀 Non prometto di farli subito ma prima o poi mi cimento. 😉

  3. ma come?? mangiati tutti!! e io pensavo di assaggiarne uno visto che anch’io non li ho mai mangiati…
    Suppongo che siano venuti buonissimi.. l’aspetto è ottimo…
    mi metto questa ricetta tra quelle da provare.. sono una frana a fare i biscotti (a dir la verità anche la crostata non è che mi venga poi bene) però ci voglio provare lo stesso!! 😀

    1. Ahahah tranquilla, li ho rifatti! Anzi a proposito di crostate, dato che avevo un po’ di marmellata di fragole con un po’ di pasta ho fatto una crostatina che è venuta carinissima e buonissima!

    1. Ahahahaha a proposito di forno, il mio in questi giorni è stato molto impegnato! Ho fatto anche un pollo con panatura di patatine e delle girelline di zucchine che non erano niente male!

Tu che pensi? Dimmi la tua :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...