Riflessioni semiserie

Taglio netto

Ho fatto una cosa orribile.

Ho escluso una persona dalla mia vita, tagliata fuori. Ho promesso che non ne parlerò più, che non lo nominerò neanche più, lo voglio fuori. Se una cosa ti fa più male che bene va messa via.

E’ orribile perchè è come se gli avessi strappato il cuore dal petto e gliel’avessi sfracellato davanti ai suoi occhi. Ma preferisco essere odiata piuttosto che amata da una persona a cui non posso e non voglio dare nulla.

Speravo che col tempo gli passasse e rimanesse una normale amicizia. Niente. Io amo una persona e per questa persona darei qualunque cosa. Certe situazioni non possono andare avanti, soprattutto per rispetto nei confronti di chi amo con tutta me stessa. Ci ho messo tanto a staccarmi da M., per il semplice fatto che tenevo alla sua amicizia, ma l’amicizia era solo da parte mia. E non provo niente, la cosa non mi dispera, a parte il fatto che non è giusto fare questo alle persone, in generale. Ma non c’era altro da fare.

Addio.

E basta.

Punto e a capo con qualcosa in meno.

Annunci

22 thoughts on “Taglio netto

  1. Credo sia solo la cosa più giusta: più tardi l’avrebbe capito, più male gli avrebbe fatto. Invece sei stata chiara e drastica come doveva essere. Meglio così piuttosto che creare false illusioni ed aspettative nella gente.
    Tu sei a posto con te stessa. Piano piano si rassegnerà anche lui, dato che comunque non può fare altrimenti.

    1. Cara Veronica, sono diversi anni che va avanti così, inizialmente ho detto “gli passerà” e abbiamo tirato avanti in amicizia, ma non è passata e io non mi posso portare sulle spalle questo peso. Ed è una situazione strana, non si parla nemmeno di creare false illusioni, perchè non ne ha, anzi è pure impegnato (povera lei però). Io sono a posto sì, adesso temo solo che mi arrivi il drastico “ciao, come stai?” che dovrò ignorare nonostante io abbia sempre la smania di rispondere a tutti perchè trovo ineducato non farlo. Buh, non ci pensiamo.

  2. Cara Valentina,

    leggo i commenti di chi mi ha preceduto e penso che no, non capirà. Ci sono persone che non capiscono perché amano credendo di essere riamate per il semplice fatto di amare. S’illudono a oltranza e alla fine il taglio netto deve esserci perché si crea una situazione insostenibile. L’ho provata sulla mia pelle quando avevo diciotto anni. Lui mi mandò un mazzo di rose rosse per il mio compleanno e un bigliettino: “Non puoi nemmeno immaginare quanto tu sia importante per me”. La mia risposta fu, sempre con un bigliettino: “Lo immagino bene e proprio per questo ti dirò che delle tue rose ho sentito solo il dolore provocato dalle spine”.
    Lui capì? Non lo so. Evitai di incontrarlo e alla fine lo persi di vista. Mi cercò vent’anni dopo, non so nemmeno come fece a sapere il mio numero di telefono, visto che nel frattempo avevo cambiato città, mi ero sposata e avevo messo al mondo due figli. Sapeva tutto, eppure avevo perso i contatti con tutti i suoi amici. Fu, comunque, una telefonata davvero penosa. Un’esperienza del genere spero non capiti anche a te.

    Bacioni.

    1. Fortunatamente io non ho il problema di poterlo incontrare, perchè diversi anni fa è andato altrove, però siamo rimasti in contatto perchè c’era un bel rapporto, nonostante tutto. Ma poi ho scoperto che l’amicizia era solo mia e ho cercato per un bel po’ di tempo di fargli passare qualunque cosa fosse. Non è passata, e allora è meglio tagliare i ponti.
      Immagino cosa devi aver provato tu in quella situazione. Io ho sempre avuto difficoltà a staccarmi dalle cose e dalle persone, sono fatta così, ma stavolta bisognava proprio farlo.

  3. Devo dire che girando per blog mi rendo conto di come spessissimo i commentatori danno ragione allo scrivente, forse perché se lo seguono sono in un certo senso affini a lui.
    E osservo pure come con facilità, e l’ho fatto anche io, si diano giudizi pollice verso et similia, leggendo poche righe.
    E poi si critica facebook, la sua velocità, ma non è forse la stessa cosa anche qui?
    Posso dirti che mi dispiace per la situazione che si era creata, e solo tu sai il modo in cui lui si rapportava a te. Una volta mi capitò qualcosa di simile, per quanto posso capire, ma non tanto come durata, diciamo come finale, come “terminatore”, come te. Devo dire che non agirei mai più in quel modo, per l’espressione che vidi in quella persona.
    C’era una cosa che mi aveva detto, e che mi ricordo sempre e che cerco di fare mia, e che è che le persone speciali sono speciali anche per come dicono le cose.
    Penso che avesse ragione.
    Certo, a volte trovare i modi “giusti” non è facile.

    1. Sono perfettamente d’accordo con te. Poi se non si conoscono bene nè le persone in questione nè la situazione completa non si può ben dire.
      Ovviamente non mi sarei mai messa a scrivere tutti i dettagli precisi di questa storia, è solo un piccolo sfogo.
      Ti dico la verità, non mi sarei mai sognata di agire in questo modo, nè vorrei farlo di nuovo in futuro. Mi sono sentita veramente crudele, perchè so benissimo come dev’essersi sentita questa persona, e non me ne vanto assolutamente. Per questo ho detto che “Ho fatto una cosa orribile”.
      Ma qui non c’era proprio altro da fare.

  4. Di tagli netti nella mia vita ne ho dati tanti, alle volte al pensiero mi dispiace un po’, ma capita il momento di dover girare pagina, anche se farlo con le persone, non è mai troppo bello.

    Però non tengo rancore, solo un po’ di nostalgia per i momenti belli passati insieme.

    Credo che debba essere così anche per te.

    Ciao! ,)

Tu che pensi? Dimmi la tua :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...