Passioni · Sproloqui

Il mio San Valentino un po’ speciale

Ieri un’amica mi ha detto che secondo Paolo Fox questo è l’anno del cancro. Io non lo so, però devo dire che è iniziato bene, anche se non canto vittoria perchè quando va tutto benissimo temo sempre che ci sia la catastrofe in agguato. Ma comunque, godiamocelo.

Ieri la giornata è iniziata bene, con tutti che mi facevano gli auguri perchè sì, io San Valentino lo festeggio comunque con la torta. Non l’ho mai festeggiato insieme ad un ragazzo e mai lo farò, ma non critico chi lo fa, ognuno fa quel che gli pare. A me basta l’onomastico, mi basta la solita torta che compriamo per compleanni ed onomastici nella pasticceria di fiducia e l’orchidea comprata da papà che non si dimentica mai di quella che ormai è diventata una tradizione.

Ma verso le 19 la mia giornata ha preso una piega inaspettata. Ricordate che qualche post fa avevo detto che a fine mese non sapevo se avrei fatto l’orale di un esame di cui non sapevo se avevo passato lo scritto? Bene, l’ho passato con 30 (fatemene gloriare un po’, non sono una che si vanta ma sono troppo felice dopo che i prof. ci avevano demoralizzati un sacco). Era una specie di tema, argomento: l’amore, tutto ovviamente in inglese. Questo è uno di quegli argomenti che puoi affrontare solo in due modi: o filosoficamente (e io non sono in grado) o da tredicenne idealista con gli occhi a cuoricino. E il mio tema sembra il delirio folle di una bimbamin*ia. Ma deve essergli piaciuto. E poi penso di averci messo molto di me stessa, di quello che ho vissuto ultimamente e delle mie idee personali, ma tutto in maniera velata, si capisce, non esplicita. Mi ricordo che a scuola la professoressa d’italiano mi diceva sempre che sapevo scrivere ma che dai temi non emergeva mai la mia personalità, erano fatti bene ma erano asettici. Poi col tempo mi sono sbloccata e ho imparato a fare apparire la mia immagine dietro le parole. Forse grazie anche al blog.
Bando alle ciance, adesso mi devo mettere a studiare bene per quest’orale che non mi farà andare a Bruxelles perchè con questi professori che cambiano i giorni degli esami all’ultimo non ho più la sicurezza di una possibile data di partenza. Abbandoniamo l’idea.

Come ho passato la serata di San Valentino ieri? Sono stata con un’amica al cinema a vedere in diretta (che poi secondo me non era in diretta, ma fa lo stesso) dalla Scala di Milano Notre Dame de Paris*, balletto con Roberto Bolle e Natalia Osipova, con libretto e coreografie di Roland Petit. Signori miei, lui è magnifico come sempre, con tutto che lo avevano conciato proprio male per assomigliare al gobbo. Carissimo Roberto, tu sei una visione celestiale pure tutto sporco, storpio e con la guancia gonfia. Quest’uomo vola, a vederlo sembra di stare in paradiso. Ma la Osipova… ne vogliamo parlare? Lei è la perfezione, io credo che non ci sia nessuna al suo livello, non so che dire perchè qualsiasi cosa sarebbe troppo poco per descriverla. Sono stata due ore con la pelle d’oca, ve lo assicuro.
Poi sono andata con i miei amici (nessuno dei quali festeggiava San Valentino) a mangiare fuori e giocare. Una bellissima giornata!

Poteva andare meglio? La soddisfazione è alle stelle 🙂 E oggi si continua con la rimpatriata dei compagnetti della scuola elementare, ne vedremo delle belle.

*Se v’interessa, ho appena scoperto che domenica 17 trasmetteranno il balletto su rai 5 alle 21.15. Questo è il promo che trovate su youtube.

Annunci

10 thoughts on “Il mio San Valentino un po’ speciale

  1. Un San Valentino cinematografico anche il mio (e come poteva essere altrimenti? :P), però da me non è in programmazione questo balletto, non lo danno nelle sale!
    Vabbè, che sia l’anno fortunato per il cancro okay, ma pure gli altri segni non se la passeranno male, no? 😉

    1. Ahahahah non mi aspettavo altro da te, infatti! 😀
      Se t’interessa puoi vederlo domenica in televisione 😛
      Sì, dai, speriamo che anche agli altri vada bene, ma a noi interessa prima il cancro, giusto? 😛

  2. Complimenti per il tuo esame!!! 😀
    San Valentino non l’ho mai festeggiato nemmeno io. Né da single né da impegnata. E’ proprio una festa che non mi piace neanche un po’, come tutte le cose troppo sdolcinate.

Tu che pensi? Dimmi la tua :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...