Passioni

Continuano gli incontri letterari

Ultimamente sono diventata molto più attiva per quanto riguarda conferenze letterarie o incontri con gli scrittori, si sarà notato, soprattutto per chi è mio amico su Facebook. Qualche tempo fa sono andata a conoscere la Agnello-Hornby, ieri invece ho partecipato ad un incontro con Clara Sánchez, una scrittrice spagnola che non conoscevo assolutamente. Come per la scrittrice precedente mi sono detta: non ho mai letto niente di suo, non l’avevo mai neanche sentita nominare (è molto famosa, ma io sono bloccata coi classici), ma perchè non conoscerla personalmente prima di leggerla (cosa che ho detto anche a lei, sfoggiando il mio spagnolo – YEAH!- quando mi ha chiesto se avessi già letto il libro e mi ha fatto la dedica)? E sono andata nella libreria dietro casa mia, una libreria indipendente che organizza molto spesso incontri interessanti. Ieri, nello specifico l’autrice è venuta a parlare del suo ultimo libro, Entra nella mia vita.

Che dire? Sono rimasta affascinata dal modo di parlare di questa donna, dalla sua semplicità e anche dal libro, che unisce diversi temi. Parte tutto dal problema dei niños robados; praticamente le madri partoriscono e viene detto loro che i bimbi sono nati morti, invece questi vengono portati via e venduti a chi non può avere figli. Per soldi ovviamente. Si è ispirata ad un fatto di cronaca, e come ha detto lei stessa, “non pensavo che nel ventunesimo secolo potessero accadere ancora queste cose” (tra l’altro ha detto che si è ispirata più volte a ciò che può sembrare incredibile ai nostri occhi). Di conseguenza una delle protagoniste – sono quasi tutte figure femminili, nella famiglia della scrittrice c’erano moltissime donne – ad un certo punto scopre di essere stata adottata, quindi troviamo il tema dell’adozione. L’autrice si chiede: nel momento in cui scopro che sono stata adottata posso mai smettere immediatamente di amare chi mi ha cresciuta e accudita e iniziare a voler bene a chi materialmente mi ha generata anche se non lo conosco? Anche per questo si è ispirata alla realtà, nello specifico ad una persona che ha conosciuto e che dopo molti anni ha scoperto di essere stata adottata.

Dopo una domanda sull’uso della tecnica narrativa, la Sánchez ha risposto che usa lo stratagemma di quelle che sono quasi verità parziali, le cose che stanno dietro ciò che ci viene mostrato. “Entra nella mia vita” significa quindi “entra nella mia verità”, in quello che non si sa.

Voi avete letto qualcosa di suo? Io a breve inizierò questo libro, penso che mi piacerà molto.

Annunci

6 thoughts on “Continuano gli incontri letterari

Tu che pensi? Dimmi la tua :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...