Passioni

Capodanno, cibo, concerto, malattie e ansie

È un po’ di tempo che sono nervosa, ieri sono stata colta quasi da una crisi d’ansia quando ho saputo la data della consegna della tesi e ho realizzato che a me ne manca ancora mezza. Ma i libri per continuare a scrivere li vado a prendere la prossima settimana, quindi questo fine settimana non posso fare molto a parte angosciarmi. Che poi quando sono in ansia mi irrito e tratto male gli altri senza rendermene conto. Quindi speriamo che questa storia finisca presto, una volta per tutte, perché di studiare non ne posso proprio più.

In questi giorni ho mangiato di tutto e di più, e si vede. Voi che avete mangiato al cenone? Sono curiosa. Giusto perché qua non esiste che ci si arrangia, abbiamo fatto: torte salate (una con ricotta e spinaci e una con besciamella e funghi), salumi a cubetti, pesce finto fatto con tonno, gnocchi al gratin, arista di maiale all’arancia, braciola di cotiche di maiale al sugo (che io non riesco a mangiare, ma de gustibus…), frutta, zibibbo, vini e spumanti, torta Savoia e babà. Ci siamo tenuti leggeri, insomma.

Mercoledì penso di essere quasi morta. Prima ho guardo il concerto di Capodanno di Vienna (a cui era presente pure la grandissima Julie Andrews) come ogni anno e se non lo avete visto guardatelo (lo trovate su youtube) perché è stato davvero emozionante. Io che lo guardo sempre non ero mai arrivata a piangere per l’emozione, ma il maestro Barenboim – che già aveva diretto questa grandissimo evento nel 2009 – evidentemente fa quest’effetto. Alla fine ha pure fatto il “disturbatore” andando a stringere la mano ad ogni singolo membro dell’orchestra, che uomo! Giuro che piangevo sorridendo come una scema. Io mi emoziono davvero tanto con questo concerto, ma in generale mi emoziono vedendo e ascoltando tutte le “voci” degli strumenti, così diverse tra loro, che si mettono insieme per creare delle musiche meravigliose e armoniose. Comunque, dicevo, poi sono quasi morta. Ero nauseatissima e pur non avendo febbre ero influenzatissima, e non c’erano farmacie aperte di turno per prendere qualcosa. Ieri sono resuscitata magicamente, tutto passato a parte il raffreddore, e quando mi è venuta l’ansia sono dovuta uscire per forza a distrarmi, e sono andata ad allenarmi in palestra. Interiormente mi ha fatto bene, esteriormente credo pure. Poi scendendo ho preso pure un pacco che mi è arrivato ed è stato una bellissima sorpresa, è un regalo che mi è piaciuto tantissimissimo e che mi ha fatto dimenticare le ansie.

Ma adesso vi lascio con un piccolo estratto del concerto di Capodanno dell’altro giorno, gustatevelo!

No dai, vi do anche la marcia di Radetzky!

Annunci

22 thoughts on “Capodanno, cibo, concerto, malattie e ansie

  1. Oh cielo, io che mi lamento dei pranzi nella mia famiglia! La tua cena è stata spropositata… Io mi sarei fermata alle torte salate/rustiche che adoro (oddio poi quella con i funghi.. *.*) e non ce l’avrei fatta a mangiare il resto! Poi cos’è il pesce finto? E la torta Savoia? Sono curiosa anche io! Comunque da me si è mangiato più il primo gennaio che l’ultimo dell’anno… Pensa che dobbiamo ancora finire gli avanzi del primo!
    Per il resto, non stressarti troppo anche perché non ti servirebbe a nulla, anzi. Ti guasterebbe solo l’umore e magari anche il lavoro che hai fatto finora. Non puoi farci niente se non riesci a metterti a scrivere questo weekend: sei impossibilitata da altri motivi, mica dipende da te! Quindi mettiti l’anima in pace e aspetta di poter avere i libri tra le mani. A quel punto lavora sodo e vedrai che riuscirai a finire tutto ampiamente entro le scadenze 🙂
    Auguri di nuovo! Un abbraccio

    Scrutatrice

    P. S. Il nervosismo gioca brutti scherzi a tutti. Io divento una belva e guai a chi mi si avvicina… Sono capace di smontare l’autostima di una persona in un istante.

    1. No, noi facciamo cenoni! Comunque non ci ho riflettuto quando l’ho scritto, però apprendo ora che la Savoia è una cosa siciliana. È una torta di pan di Spagna e cioccolato, buonissimissima. Eccola: https://www.google.it/search?q=torta+savoia&rlz=1C1ASUT_enIT483IT483&espv=210&es_sm=122&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=8sfGUv6DEeLW7Qa344CYAw&ved=0CAkQ_AUoAQ&biw=1366&bih=642 (qui puoi vedere foto di come si presenta sopra, dove c’è sempre la scritta Savoia, e internamente).
      Il pesce finto è un impasto di patate, verdurine alla julienne, capperi, pesce e maionnaise, una specie di insalata russa diciamo, ma fatta con il pesce. Di solito l’abbiamo fatta con il dentice, ma stavolta abbiamo usato il tonno in scatola. Poi questo impasto si mette su un piatto a formare un pesce finto, appunto. (Se cerchi pesce finto su google te ne escono tantissimi 😉 )

  2. Noi abbiamo tentato di cucinare uno zampone che abbiamo dovuto buttare via: avremmo passato S.Silvestro in ospedale, altrimenti 😆 è stata una cena parca ma siamo stati bene perché eravamo insieme 😉
    A Capodanno ci siamo rifatti con il pandoro della Caffarel e le tartine ^^
    Anch’io ho visto un concerto ma quello della RAI al teatro La Fenice: cosa sono le feste senza la musica classica! 😀 (Appena posso guarderò i video che hai postato ^^ )

  3. Il delirio della tesi mi ricorda quello che ho passato l’anno scorso: inferno! Per non rischiare di uscire fuori corso ho dato due esami in due giorni (consecutivi)…e nel mentre la tesi! avrò dormito a dir tanto cinque ore per notte (da gennaio a marzo) Poi però son soddisfazioni 😉 Tieni duro! Finirà e, tu non immagini nemmeno, quanto tempo libero avrai…da “deprimertici” dentro ben bene!

  4. Caspita, come avete fatto a mangiare così tanto? Fortunatamente per l’ultimo ero ospite di mia cognata che si è limitata a fare un po’ di antipasti (fra cui anche una torta salata ai carciofi), il cotechino e i crauti, io ho fatto le lenticchie e una torta ai marron glacé molti dietetica (senza burro ma comunque con la frolla, la crema di marroni, uova, farina di castagne e 00). Il primo eravamo dai miei: mio papà, che è il cuoco di casa, ha preparato il brodo con i tortellini e il bollito misto, poi c’era lo zampone e le solite lenticchie, e un salame di cioccolato preparato da mia cognata (un’altra, non quella del giorno prima!). Naturalmente io ho mangiato un terzo di tutto ciò che ho elencato. Già così ho messo su due chili (ma uno è già sparito) e non so a che livello sia arrivato il mio colesterolo. 😦
    Comunque non vedo l’ora che finiscano le vacanze perché sto sempre seduta (perlopiù a correggere compiti) e sto mangiando decisamente di più rispetto al solito.

    1. Palermitani (ma c’era anche una friulana, che mangia pochissimo però)!!!
      Io non ho guardato se sono ingrassata o meno, ma sono pure andata in palestra nel frattempo, quindi tutto va bene. Buoni i marron glacé, li adoro!!!

      1. Io la palestra la riprendo a fine gennaio: con tutti gli impegni di fine quadrimestre e con gli scrutini a gennaio non ce l’avrei fatta.
        Se ce la faccio, posto la ricetta della torta ai marron glacè: è facilissima e buonissima.

  5. Ah da noi quest’anno roba leggera 😀 Leggera… diciamo che abbiamo dovuto chiamare un’autotreno di Idraulico liquido per digerire ma è sempre meglio degli anni passati 😉

    Per l’esame ha ragione Scrutatrice, l’unica cosa che puoi fare è avere pazienza e aspettare i libri. E con ancora un po’ di sforzo quest’anno ti levi ogni cosa dalle scatole una volta per tutte 🙂

  6. La Savoia merita davvero un’assaggino slurp!

    Nessun pranzo fastoso, molto semplice secondo tradizione, resa leggera perchè a casa non tendiamo a mangiare in quantità nei giorni di festa, soprattutto a natale.
    Poche cose ma sfiziose…
    Solo con i dolci si esagera, tra quelli che si preparano e quelli che si ricevono in dono…

    Buone cose e ancora auguri!
    Forza con la tesi che sei agli sgoccioli!
    Uno sprint finale con i fiocchi dai dai dai…forza!

    ciao
    .marta

  7. Urca a quanto leggo neanche tu sei stata leggera… 😀 😀 anche noi ci abbiamo dato dentro alla grande!! e la nausea a me è arrivata quando il secondo giorno mi si ripresentavano sempre le solite cose da mangiare!! argh :-S
    Il primo dell’anno però lenticchie e cotechini 😛 anche se io preferisco i salamini ai cotechini.. e anche di quelle ne ho mangiate per 3 volte di fila :-S

    Il Cruciani è molto bello!! mi manca questo del Milan 😛 che bel regalo 😀
    Io a fine anno ho ricevuto una piantina di rose rosse e al primo dell’anno mi è arrivata una mega trousse e con mega non esagero.. giusto per dirti che ha solo 52 ombretti senza contare i gloss ciprie fard ecc ecc insomma sono a posto per tutto il 2014! che poi non è che io abbia tutto questo estro nel truccarmi.. però devo ammettere che è stato un bel regalone 😀
    e domani vedremo la befana cosa mi porterà 😀
    prevedo già per i prossimi giorni una nausea da troppo cioccolato 😛

    un abbraccio
    Lely

    1. Noi il cotechino l’avevamo fatto pure da mangiare il 31 a mezzanotte, simbolicamente, però non ce l’abbiamo fatta e ce lo siamo mangiato il giorno dopo.
      Mamma mia, dev’essere gigante la trousse! Io non mi trucco, quindi per me sarebbe un regalo sprecatissimo 😛
      Da piccola per la befana speravo mi arrivasse il carbone. Buonissimo!
      Ciao Lely 😉

Tu che pensi? Dimmi la tua :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...