Passioni

La mia prima cheesecake: caffè e cioccolato fondente

uoDovete sapere che c’è un piatto che abbiamo mangiato anni fa a casa di un’amica di mia madre e che da un po’ di tempo volevamo provare a rifare. Abbiamo deciso di rifare queste uova ieri a casa mia, proprio insieme a questa signora, passando un pomeriggio in allegria. Non vi do la ricetta perché non è mia e non so se quest’amica vuole darla (ma non è il punto del post), comunque sono, per sommi capi, delle mezze uova sode, con una fettina di provoletta e di salame, chiuse in un guscio di patate bollite tritate e riso, poi passate nella farina, nell’uovo e nel pan grattato e fritte. Fuori sembrano delle arancine, ma di arancina non hanno niente. Sono veramente buonissime.

WP_003915Poi abbiamo fatto dei panzerotti di pasta sfoglia al forno ripieni di ricotta, caciocavallo, prezzemolo e salame. Veramente buonissimi! Siccome era rimasto un po’ di ripieno ho deciso di fare una focaccia come quella dell’altra volta per utilizzarlo, ma stavolta avevo il lievito normale (non istantaneo), quindi ho fatto l’impasto e l’ho lasciato a lievitare un’oretta e mezza, poi l’ho steso, farcito e cotto. Inutile dire che la pasta era più alta e morbida e non croccante come l’altra volta. Buone in entrambi i casi, anche se io ho preferito questa di ieri. Sia la focaccia che l’idea sono piaciute molto a tutti (sono impazziti e han voluto la ricetta), e credo sia una cosa ottima e velocissima da fare, col ripieno che uno preferisce. La foto della focaccia non ve la do, tanto la conoscete.

Comunque, per concludere la cena, ho preparato un dolce che da tempo avevo deciso di fare, cercavo solo l’occasione. Mia madre è appassionata di torte, dolcini, gelati (e varie) al caffè, quindi mesi fa mi sono messa in testa di provare la cheesecake al caffè. Ho trovato una ricetta che mi è sembrata proprio buona e mi sono cimentata nell’impresa, credendo che fosse molto più difficile di quanto in realtà non sia. Non la spaccio per mia e vi ho dato il link per prenderla, ma vi dico che la crema è davvero delicata e il caffè non è fortissimo, perché a volte può risultare amaro e fastidioso. La base biscottata l’ho fatta coi grancereale con fave di cacao e la colata di cioccolato sopra l’ho fatta a casaccio, perché con le decorazioni sono una frana, anzi deppiù! La cosa bella è che mettendola in frigo il cioccolato sopra si solidifica e al momento di tagliarla e mangiarla è bello croccante.

WP_003910

A me è riuscita così (un po’ più bassa del previsto perché era per uno stampo da 22 cm di diametro e io ho usato un 24, ma è poca cosa), e vi consiglio di farla, per eventuali occasioni, perché ne vale davvero la pena. Mi hanno fatto i complimenti e sono contentissima, perché io di base non so fare niente, per me sono delle sfide con me stessa e il fatto che vengano superate mi fa tantissimo piacere. Questa torta è sicuramente da rifare. Insieme alla caprese dell’altra volta, pure quella superlodata, hanno voluto la ricetta. E poi magari torniamo in palestra e ci diamo una regolata.

Annunci

14 thoughts on “La mia prima cheesecake: caffè e cioccolato fondente

  1. Mi sa che a casa Valentina si deve mangiare proprio bene! Non so se mi fa più gola il panzerotti e la torta.. Cioè, mi capita fare volte di essere combattuta tra dolce e salato, perché con le ricette della Vale non so proprio cosa scegliere!!!

    P. S. I miei sono scesi dalle tue parti! Si stanno facendo cinque giorni a Scopello e -indovina un po’ – domani hanno preso il giro in barca per la riserva dello zingaro! *.*

    1. Sì, sì, ci trattiamo bene!
      Io tra dolce e salato preferisco sempre il salato da mangiare, ma da cucinare mi piacciono di più i dolci.

      Io adoro lo zingaro, lo sai, è un posto magnifico! Qui a Palermo per ora fa caldissimo e il sole va e viene, spero che da loro sia meglio e che si stiano godendo la vacanza!

      1. Io in genere sono più golosa che mangiatrice di salato, però voi fate certe sfiziosità!

        I miei dicono che fa taaanto caldo, c’è vento e sole velato, però si stanno godendo le spiagge deserte e il cibo siculo.. Chiaramente suscitando la mia invidia! >.<

        1. Ahahahaha immagino! Quando verrai anche tu, ci facciamo una scorpacciata insieme!
          A Roma mi hai vista un po’ inappetente, ma ero fuori dal mio ambiente e un po’ frastornata da tante cose, ma di solito mi abbuffo tranquillamente 😀

        2. Sì ma a Roma cosa ti può stuzzicare l’appetito? Giusto la pizza e poi..? Sinceramente ad un piatto di carbonara preferisco un gigantesco cannolo siciliano a 99 centesimi!
          Comunque c’è Armando che di Sicilia ha visto poco e niente.. Mi toccherà portarlo nella tua splendida terra prima o poi! 😉

        3. Ma sai, anche voi avete tante cose buone e poi agli orari dei pasti io di norma ho fame, quindi mangio sempre e comunque. C’era qualcosa che mi chiudeva lo stomaco, mi è successo un paio di volte nella vita, sono cose a livello emotivo, penso.
          Allora aspetto te e Armando!

Tu che pensi? Dimmi la tua :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...