Sproloqui

Stupidaggini del 3 febbraio

L’altro giorno finalmente sono riuscita a provare una pizzeria nuova. In teoria il posto nasce come pizzeria da asporto, poi evidentemente hanno deciso di metterci qualche tavolino e creare una sorta di tendone plastificato, chiuso da tutte le parti per allargarsi un pochino. Sapevo che la pizza era buona perché me lo ha detto un mio amico, poi ho scoperto che la facevano anche senza glutine, oltre che con vari impasti (tipo kamut, Tumminìa, napoletano lievitato 48 ore, ai cereali, integrale, ecc.), e ci  siamo fiondati. Ho preso una pizza con impasto napoletano e ho capito perché non sono una grande amante della pizza: perché a me la pizza piace coi bordi alti e morbida, proprio come la vera pizza napoletana, e a Palermo è molto difficile trovarla, quindi quella che mangio di solito non mi soddisfa. Questa era fenomenale. Per non insultare la pizza vera, me la sono fatta fare solo con pomodo, bufala, basilico e un poco d’olio. Mi sono leccata i baffi e sono ancora contenta da sabato. Ma sono ancora più contenta per aver fatto una cosa nuova.

upNel frattempo continuo ad allenarmi duramente, rimandando continuamente la composizione del mio curriculum e della lettera di presentazione da allegarvi per un’eventuale spedizione a qualche posto che voglia accogliermi. Ho un grosso blocco, quindi rimando e rimando. Mi alleno, dicevamo, e mi sento meglio, mi sento più leggera, riesco a correre e fare flessioni adesso. Il mio problema non è che sono grassa. Io sono lunga, che è diverso. Sono alta, non ho una corporatura esattamente esile, ed è meglio così perché se no sembrerei un bastone di scopa ambulante. Essendo alta e in carne (ho un tipo di fisico che non mi permette di dimagrire molto senza sembrare malata) non posso avere la leggerezza di una piuma, quindi penso che il mio sforzo sia maggiore rispetto a quello degli altri. Fatico, ma sono soddisfatta. E mi metto pure a fare la danza sui tacchi in cui riesco solo ad andare a tempo, perché la sensualità mi manca del tutto, però mi diverto. Pensate a tutte le altre che si mettono una mano tra i capelli con fare sexy, e a me, accanto a loro, che sembro intenta a farmi lo shampoo. O a loro che ancheggiano e si mettono le mani sui fianchi, e a me, sempre lì, che sembro presa dal mal di schiena e cammino come una spastica. Però mi piace, chissà che non riesca anch’io a capire come si fa.
In teoria dovrei fare questo, anche se col mio tacco 6, e in una versione parecchio più soft.

Per il resto niente, faccio dolci, leggo, mangio e sono sempre logorroica. Ma soprattutto rimando le cose importanti.

Annunci

5 thoughts on “Stupidaggini del 3 febbraio

  1. Mia nonna siciliana diceva sempre: “Altezza mezza bellezza”, quindi … non lamentarti ma sii contenta della tua corporatura. Non sarai sensuale quando balli ma che importa? L’importante è divertirsi, appunto.
    La pizza alta e morbida è la mia preferita. Peccato che anche qui non la sappiano fare. E poi i pizzaioli napoletani sono a rischio estinzione: ormai quasi tutti (specie quelli che fanno pizze per asporto) sono turchi. 😦

    1. Altezza mezza bellezza, sì, ma non troppo! Ahahaha scherzi a parte, mi sento bene, anche se perderei qualche altro chiletto, pochi. La perdita di peso per me non è l’obiettivo, è solo un effetto dell’allenamento che faccio perché mi piace farlo. Un effetto positivo, che mi piace, comunque.
      Nel 2007 quando sono sbarcata per la prima volta a Napoli ho scoperto la vera pizza. Da quel momento la pizza autentica, per me, è stata quella.

Tu che pensi? Dimmi la tua :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...