Riflessioni semiserie

Il venerdì sera non esco più, evidentemente

Ultimamente ho poca voglia di uscire nel fine settimana. Oggi sono stata da un amico, allo studio, a chiacchierare sul blog che stiamo gestendo insieme. Abbiamo deciso diverse cose sulla pagina Facebook, su alcuni ruoli, idee, ecc.. Vogliamo fare le cose per bene, non a casaccio, per farlo diventare magari qualcosa di più concreto e dargli un’utilità. Al momento è uno svago, ma chi dice che uno svago non possa essere fatto al meglio?
Poi sono andata a pranzo con mia zia e a fare un velocissimo shopping. Mi servivano una camicia bianca e un completo giacca pantaloni nero. Ho trovato la camicia e i pantaloni (due, perché dopo averne comprato uno ne ho trovato un altro che mi garbava di più), ma la giacca è più complicata, anche se ne ho una a casa che forse potrebbe andar bene. Mi sono comprata pure il papillon (di classe proprio, dell’OVS) rosso coi rombetti colorati. Se vi state chiedendo che devo fare conciata così ve lo dico subito: il saggio. Quella danza coi tacchi di cui vi ho parlato tempo fa la porteremo al saggio, faremo un medley supersexy con un abbigliamento elegante e un po’ maschile. Il concetto è: la femminilità è dentro di noi, non in quello che indossiamo, specialmente con un completo maschile addosso. Io inizialmente ero una frana, ora ci sto prendendo gusto. Quindi potete stare tranquilli, non farò il puffo questa volta.

Poi mi hanno proposto di partecipare anche alla coreografia di zumba. Ora, io non ho idea di cosa sia la zumba, se non per sommi capi, e pare che da noi non siamo nemmeno così divertente, ma io mi presto volentieri a tutto. Dove si balla ci sono io, quindi iniziamo una nuova avventura.

Adesso sono qui che scrivo, ma dovrei essere ad una festa che però è stata annullata perché forse speravano di sfruttare anche uno spazio esterno che, dato il cattivo tempo, non si può usare, quindi forse non potevamo stare tutti dentro e il festeggiato ha pensato di rimandare. Ma non mi andava nemmeno di uscire coi miei amici. Sono molto raffreddata, anche parecchio stanca, e ho poca voglia di vedere altre persone. Cioè, ho poca voglia di vedere una compagnia che sia formata da 3 a 10 persone. Perché quando siamo in due o tre c’è confidenza e quando siamo tantissimi ti puoi confondere nella folla. Ma da 3 a 10 si sta insieme, bisogna parlare per forza, ed eclissarsi è complicato.

Io voglio eclissarmi, stare per i fatti miei. Io voglio quell’abbraccio che mi faceva stare meglio quando con la voce tremante, ma molto più spesso solo con gli occhi, dicevo “ho paura”. Voglio dormire e svegliarmi tra un mese e mezzo, quando farò il viaggio che ho pianificato da un po’ (sì, torno di nuovo alle terme e vado a trovare il mio ragazzo). Voglio che mi si dia un po’ meno attenzione, non mi piace sentirmi esposta. Voglio finire questo libro orrendo che ho per le mani adesso, alla fine del primo capitolo fa una dissertazione sulle cozze che non ho capito per niente.

gw

E voglio tante altre cose, ma ora sono stanca e non me le ricordo neanche più.

Buonanotte.

Annunci

15 thoughts on “Il venerdì sera non esco più, evidentemente

  1. Ti capisco bene, spesso passo dei periodi in cui non vedo altro che il calore appartato della mia casuccia. Voglia di uscire e stare in compagnia zero. Ma ho capito che comportarsi così troppo a lungo porta a rovinare le amicizie; se non si coltivano i rapporti, questi ci mettono poco a svanire… Il consiglio che posso darti è di non trasformare l’attesa del tuo viaggio in una ossessione che ti impedisce di vedere il resto. La vita è adesso, non poi.
    Un bacione e buon fine settimana mia cara.

    Scrutatrice

    1. Ma sai, in realtà sono molto affaticata e raffreddata. Non respiro molto bene e c’è cattivo tempo, quindi non mi dispiace restare a casa. Di sicuro non ho intenzione di non uscire per molto, ma per adesso mi sento così. Due settimane fa ho avuto la febbre, ovviamente nel weekend, la settimana scorsa dopo due ore a ballare sui tacchi mi facevano male i piedi, ieri la festa che poi è stata annullata e il diluvio. Diciamo che non è sempre colpa mia ahahah

      Ciao!

  2. Esci quando te la senti, di tutto il resto fregatene 😉

    Ma come, non conosci la Zumba? Neanch’io, però facevano un corso pure qui 😀 Ora non lo fanno più perché non ci andava nessuno causa prezzo troppo alto.

    Per il saggio di danza dovevate vestirvi da minatori rumeni, e lì cercare di tirare fuori la femminilità, porca miseria XD Però dev’essere interessante.

    Non mi soffermo sul Premio Strega 2014, però accuso l’autore di razzismo verso quelle povere cozze che scarta in quanto non ritenute idonee ai suoi gusti. Questo è uno SCANDALO, e indirò una manifestazione di protesta il 31 Germinale in cui si commemorerà il Mitile Ignoto.

    1. Ma sì, infatti, povere cozze!
      La zumba la conoscevo, sapevo che era un misto di latinoamericano e danze caraibiche. Nella nostra palestra però non ha attecchito bene, probabilmente l’istruttore che fa le lezioni negli stessi orari della zumba è molto più simpatico (io infatti seguo quelle). Mi unisco alla zumba giusto per l’esibizione al saggio.

    1. A me per il momento sembra proprio scritto male. A parte il fatto che usa parole a caso, che in certi punti non c’entrano niente, mi sembra che passi da un argomento all’altro senza chiarire i nessi logici.

        1. Non ho visto il film. Comunque sono davvero tentata di abbandonare il libro, anche perché non ho una cultura politica sufficiente per capire quello che sta tentando di dire.

        2. Avendo grosso modo l’eta di F.P. per me il libro comunque è risultato interessante perché tratta delle questioni politiche/giovanili della nostra generazione.

        3. Questo ti ha aiutato. Devo dire che la politica non m’interessa troppo e poi anche se conosco determinate vicende le sento lontane da me, non riesco a leggere come se le avessi vissute.

        4. Un libro va letto nel momento giusto, magari adesso non ti interessano queste riflessioni sugli anni passati ed a maggio ragione se non sono i tuoi anni 🙂

Tu che pensi? Dimmi la tua :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...