Riflessioni semiserie

Prima io, poi il resto

Non credo di essere asociale, penso solo di aver stabilito da un po’ di tempo quali siano le mie priorità. Non mi faccio problemi a dire “Stasera non posso raggiungervi all’aperitivo, ho palestra”. Per quanto mi riguarda, da lunedì al venerdì devo prendermi cura di me e fare quello che amo fare, il resto si può benissimo rimandare al sabato o alla domenica. C’è chi va a fare shopping e chi perde interi pomeriggi a non fare nulla, io vado ad allenarmi perché mi fa stare bene, non ci posso rinunciare. No, non sono una fissata per lo sport (o forse sì?), ma mi trovo a passare un paio d’ore al giorno in compagnia di gente che ha la mia stessa passione, a trattare bene il mio corpo e a fare qualcosa per cui tra molti anni non potrò ringraziare altri che me stessa.
Non ho il fiatone dopo tre scalini, sento il mio corpo che diventa sempre più forte, il girovita si assottiglia, le gambe e le braccia hanno sempre più resistenza. Quindi lasciatemi in pace, fatemi fare sport e danza, lasciatemi leggere i miei libri, non sono asociale, ho solo capito che prima vengo io.

Annunci

6 thoughts on “Prima io, poi il resto

  1. Vale ma hai tutto il diritto, ci mancherebbe!
    Io anche sono spesso stata ritenuta asociale semplicemente perché lavoravo dopo il master e non potevo partecipare agli aperitivi. E se si trattava di uscire dopo cena, l’appuntamento non era prima delle 23.30 e sinceramente non sono proprio tipa che esce a mezzanotte per fare chissà che orario.
    Quindi secondo me non aver paura di passare per asociale perché gli altri dovrebbero capire le tue priorità. E forse questi “altri” neanche hanno delle priorità se non quelle di uscire la sera. Io la vedo così, e se non ho tremila amici non mi lamento. Ho gli amici che contano.
    Buon weekend Vale!

    1. Sì, pure i miei amici hanno questa abitudine di uscire tardissimo, se non per cena. E anch’io trovo inutile uscire a mezzanotte per fare chissà che ora.
      Non so che caspita penseranno di me, ma posso stare benissimo a casa mia a riposarmi, la sera, e poi sono felice quando passo tutti i miei pomeriggi in palestra. Ci sono indubbiamente tanti “altri” che non so che caspita facciano nella vita, ma sono sempre impegnatissimi. Forse lo shopping e la contemplazione del nulla li occupano completamente.
      Buon fine settimana e (non te l’ho detto sul tuo blog, ma coglio l’occasione qui) complimenti per il lavoro su booking!

  2. …Condivido la tua forza di volontà anche se faccio parte di quelli che amano la noia ! E’ l’altra faccia della palestra ma l’importante è prendersi cura di se dall’interno, quindi star bene !

    Penso sia l’unica cosa a cui nessuno dovrebbe rinunciare.

    Ciao.

    1. Già. Io ci tengo tantissimo, se salto un giorno mi sento fiacchissima, sento proprio che mi manca qualcosa. Comunque, facendo un discorso più ampio, potrebbe essere la palestra come una qualsiasi altra cosa, ognuno ha le sue priorità.

  3. Però, dalla mia esperienza che magari è diversa dalla tua, in palestra si sta fianco a fianco con gente con la stessa passione ma difficilmente si socializza davvero.

    1. Ognuno ha la sua esperienza. Questa non è una palestra grande, e io comunque non faccio sala perché mi annoio a morte. Faccio dei corsi di fitness in cui si ride, si scherza e si fa amicizia. Quindi sì, si socializza molto bene e ogni volta che ci vado mi sento a casa, anzi spesso meglio perché è la mia oasi di pace, mi posso sfogare da tutto quello che nella vita mi fa arrabbiare. 😉

Tu che pensi? Dimmi la tua :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...